post

IL PUNTO IN CASA FILOTTRANESE CON MISTER MARCO GIULIODORI

Si è conclusa definitivamente la stagione in casa Filottranese: la decisione della F.I.G.C. ha messo  fine all'annata sportiva 2019/20. Una decisione prevedibile che vede la Nese rimanere in Promozione anche per il prossimo campionato, tuttavia il quando sarà possibile ricominciare una nuova stagione è ancora un punto di domanda. Abbiamo interpellato mister Marco Giuliodori per tracciare un bilancio finale.

- Ciao Marco, alla fine è arrivata la decisione che tutti si aspettavano.

"Sì, diciamo che abbiamo dovuto aspettare un pò ma è arrivata la decisione più giusta da parte della Federazione. Ricominciare sarebbe stato pressochè impossibile, quindi terminare l'annata sportiva era scontato. Certo rimane un pò di rammarico per non aver potuto terminare i campionati, parlo della prima squadra come del settore giovanile, perchè tutto il lavoro messo in campo alla fine è stato vanificato. Però l'importante è tutelare la salute di tutti quindi, al di là del rammarico, ora non ci resta che guardare al futuro".

- Per il settore giovanile scolastico forse c'è la possibilità di poter continuare, anche se manca un protocollo del CTS.

"Sì ma non sarà il nostro caso. Le prime indiscrezioni parlano di un protocollo difficilmente attuabile per una società dilettantistica e poi si tratterebbe di fare solo un mese, quello di Giugno. Visto che prima di tutto viene la salute dei nostri ragazzi, è meglio tornare in campo quando sarà possibile farlo in assoluta sicurezza".

- Quando pensi che sarà possibile tornare ad allenarsi?

"Bella domanda. Io spero che in primis si riesca a trovare una cura, o il vaccino, quanto prima contro il COVID-19 per permetterci di tornare alla normalità. Ci dovranno arrivare delle linee guida dall'alto per dirci come, e quando, poter tornare ad allenarci. Sicuramente non possiamo attuare i protocolli per la serie A e la B, nel calcio dilettantistico sono impraticabili per diversi motivi, e soprattutto speriamo di poter tornare ad allenarci in gruppo, perchè il calcio è uno sport di squadra, per poter giocare in campo. L'allenamento è finalizzato alla partita, se non possiamo giocare rischia di rimanere fine a sè stesso. Detto questo mi auguro che per Agosto si possano riprendere gli allenamenti per le prime squadre ed a Settembre per i settori giovanili. Ovvio che se si dovesse partire più in avanti, anche con gli stessi campionati, questo ci dovrà portare a pianificare la stagione in maniera totalmente differente rispetto al solito".

- Per il futuro hai già parlato con la società?

"Ho già avuto un primo colloquio telefonico con il Presidente Giorgio Baleani. C'è forte stima reciproca e la volontà di proseguire insieme, adesso attendiamo di poterci incontrare con calma di persona".