FILOTTRANESE, LA PAROLA A MISTER GIULIODORI E CORNELI

Spazio al trainer biancorosso che ha sempre creduto nella Promozione e a Carlo Corneli, uno dei rigoristi della finalissima.

La Filottranese può festeggiare! Dopo il successo ottenuto a Fabriano contro il Cantiano, i biancorossi hanno conquistato una meritata Promozione, che ripaga il lavoro fatto in questa annata. Un lavoro comunque importante, visto che è arrivato il “double” con la Coppa Marche, a impreziosire una stagione storica per i colori biancorossi. Sabato nella sfida contro i rossoblu sono serviti i rigori per decretare la vincente di una sfida comunque alla pari per tutti i 120 minuti. “Forse questa vittoria è ancora più bella per come è arrivata – ha commentato mister Marco Giuliodori – Siamo riusciti a cogliere due obiettivi importanti e penso che ad inizio anno in pochi avrebbero scommesso sul nostro “double”. Invece ci siamo riusciti e per la società e i ragazzi è qualcosa di storico, soprattutto per una società gloriosa e con una tradizione di 95 anni come la Filottranese. Una gran bella soddisfazione ed è anche il riconoscimento per il gran lavoro svolto durante l’anno. Personalmente ho sempre creduto che questa squadra potesse raggiungere la Promozione, e anche se ci sono state tante complicazioni alla fine tutto è servito per ricompattare lo spogliatoio. In particolare siamo riusciti a cogliere delle vittorie in inferiorità numerica a Montoro, ad Arcevia, a Borgo Minonna e vincere partite così ti dà grande fiducia. Comunque penso che la vittoria in rimonta nel derby di ritorno a Montoro ci ha dato quella carica in più di cui avevamo bisogno e che ci ha permesso di fare un grande finale di stagione. Tornando alla partita di sabato posso dire che in campo meritavano entrambe le squadre per quanto espresso: il Cantiano è una signora squadra, esperta, con un ottimo reparto offensivo, anche se ha incontrato una difesa ermetica come la nostra. Abbiamo concesso qualcosina ma è anche vero che a fine stagione la stanchezza si fa senitre, soprattutto se giochi più di 40 partite in un’annata. Comunque sono pienamente soddisfatto del risultato conseguito sul campo. Per adesso ci godiamo questi momenti di gioia. Chi ha vinto da giocatore sa quante energie si sprecano, adesso mi sto godendo appieno il successo. Per la prossima stagione? Vediamo, diciamo che dopo che ci siamo conquistati la Promozione mi dispiacerebbe lasciarla a qualcun altro (ride ndr). Per una settimana mi prendo un pò di pausa, poi parleremo con la società.” Entusiasmo anche per Carlo Maria Corneli, filottranese doc, che è rientrato nel novero dei rigoristi finali. “Un rigore importante ma comunque molto pesante – racconta il giocatore biancorosso che non ha sbagliato dagli undici metri – Ero consapevole della posta in palio e dell’importanza di quel penalty. Tuttavia non mi sono tirato indietro, visto che sono legato molto a questa maglia essendo di Filottrano. È stata una vittoria importante che ci ha ripagato di tutti gli sforzi fatti in questa stagione. Nonostante qualche difficoltà durante il campionato il mister ci ha sempre creduto e ci ha trasmesso la giusta carica in ogni momento, così alla fine siamo arrivati addirittura a cogliere il “double”, un traguardo storico. Si è creato un gruppo formato da veri uomini che hanno lottato fino all’ultimo. Sono contento della mia stagione, visto che alla fine sono riuscito a giocare da titolare, nonostante un infortunio che mi ha tenuto fuori dai campi di gioco per 2-3 mesi. Vorrei ringraziare tutti coloro che ci sono stati vicini – conclude Corneli – dalla dirigenza, al mister, ai miei compagni, ai tifosi per averci supportato in questa annata che rimarrà negli annali.”

Matteo Valeri
Ufficio Stampa Us Filottranese